Nardi, R.

1999

Bulletin ADCR, Lisbona 1999

Il panorama degli interventi di conservazione si è arricchito negli ultimi anni di un nuovo fenomeno: l'apertura dei cantieri al pubblico e la realizzazione di operazioni tecniche "in diretta". Questo fenomeno rappresenta qualcosa di più profondo della semplice apertura fisica di spazi di lavoro e si pone risultati più ambiziosi della semplice "spettacolarizzazione" degli interventi. Il CCA, Centro di Conservazione Archeologica, negli ultimi quindici anni ha aperto i propri cantieri al pubblico ogni qualvolta le condizioni lo permettevano. Questa scelta è stata determinata dalla convinzione che rendendo il pubblico cosciente dei rischi di deperimento che il patrimonio corre quotidianamente e della difficoltà e  dei costi che comporta rimediare a questi rischi, si possa lentamente educarlo al rispetto delle opere (prevenire vandalismo e uso inadeguato) e farlo partecipe alla loro salvaguardia (creare consenso).